X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 10 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Nuove istruzioni per l’importazione di beni anti COVID-19

L’Agenzia delle Dogane individua i nuovi beni assoggettati all’aliquota IVA del 5% e i beni esenti

/ Lorenzo UGOLINI

Venerdì, 5 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’Agenzia delle Dogane, con la circolare n. 9 pubblicata ieri, ha fornito importanti chiarimenti in merito al trattamento ai fini IVA delle importazioni di beni necessari per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
A partire dal 1° gennaio scorso, le cessioni dei prodotti tassativamente elencati nella tabella A, parte II-bis, n. 1-ter1, allegata al DPR 633/72 (aggiunto dall’art. 124, comma 1 del del DL 34/2020) non sono più esenti IVA, ma soggette all’aliquota agevolata del 5%.

Inoltre, l’art. 1, comma 452 della legge di bilancio 2021 ha precisato che, in deroga all’art. 124 del DL 34/2020, le cessioni di “strumentazione per diagnostica per COVID-19 che presenta i requisiti applicabili di cui alla direttiva 98/79/CE del ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU