X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 17 maggio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Sfuggono alla sospensione feriale i 60 giorni decorsi i quali si può pignorare

Rimane soggetto alla feriale il termine per ricorrere

/ Alfio CISSELLO

Mercoledì, 5 maggio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Cassazione, con la pronuncia n. 11604 depositata ieri, ha stabilito che il termine decorso il quale, notificata la cartella di pagamento, è possibile procedere sia ad esecuzione forzata sia con l’adozione di misure cautelari ha natura sostanziale e non processuale, dunque è escluso dalla sospensione feriale.

Ai sensi dell’art. 50 comma 1 del DPR 602/73, “Il concessionario procede ad espropriazione forzata quando è inutilmente decorso il termine di sessanta giorni dalla notificazione della cartella di pagamento, salve le disposizioni relative alla dilazione ed alla sospensione del pagamento”. Decorso il menzionato termine, è altresì possibile adottare misure cautelari quali il fermo delle auto e l’ipoteca esattoriale.
Si tratta di un termine che, in effetti, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU