X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 25 novembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Società di comodo, da riaprire la disciplina di scioglimento agevolato

La proposta della Fondazione Telos in materia è confluita in un emendamento alla legge di stabilità

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’anno 2014 rischia di presentarsi come un annus horribilis per le cosiddette “società di comodo” che, in sede di presentazione del modello UNICO relativo ai redditi dell’esercizio 2013, dovranno confrontarsi, nell’applicazione della disciplina sulle società non operative, con i valori rivalutati degli immobili.
Ricordiamo infatti che l’art. 15 del DL 185/2008 ha previsto che la rivalutazione effettuata cinque anni fa esplichi i suoi effetti a fini fiscali:
- dal quinto esercizio successivo (quindi dal 1° gennaio 2013) ai fini IRES e IRAP per quanto riguarda il valore di calcolo degli ammortamenti;
- dal sesto esercizio successivo (quindi dal 1° gennaio 2014) ai fini IRES e IRAP per quanto riguarda il calcolo delle plusvalenze nelle ipotesi di cessione o assegnazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU