Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 27 settembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Al posto della TRISE, spunta la IUC

Un emendamento dei relatori al Ddl. di stabilità introduce l’imposta unica comunale, da cui sarebbero esenti le prime case

/ REDAZIONE

Martedì, 26 novembre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Ormai, suona quasi come un gioco di parole, una sorta di scioglilingua. In pratica, si tratta dell’ennesima modifica in materia di tributi comunali e tassazione immobiliare nell’ambito della legge di stabilità.

Un emendamento presentato ieri dai relatori al Ddl. (D’Alì e Santini), prevede infatti, dal 2014, la sostituzione dell’IMU con la IUC (imposta unica comunale). La nuova imposta si comporrebbe dell’IMU, di natura patrimoniale dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, e di una componente riferita ai servizi, che si articola nel tributo per i servizi indivisibili (TASI), a carico sia del possessore che dell’utilizzatore dell’immobile, e nella tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU