X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 25 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Più tempo per versare l’avviso bonario se ci si avvale dell’intermediario

I giudici di Treviso valorizzano l’art. 2-bis del DL 203/2005, che posterga di sessanta giorni il pagamento delle somme

/ Alfio CISSELLO

Lunedì, 2 dicembre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nei procedimenti di liquidazione automatica e controllo formale delle dichiarazioni il contribuente, ricevuto il c.d. avviso bonario, può, entro i termini stabiliti dagli artt. 2 e 3 del DLgs. 462/97, versare le somme richieste o la prima rata del piano di dilazione fruendo della riduzione delle sanzioni da omesso/tardivo versamento, rispettivamente, a un terzo o a due terzi.

Talvolta sorge un contenzioso sul computo del termine per il pagamento, che, in base alle norme richiamate, è di trenta giorni.
In merito alla liquidazione automatica, per fruire della sanatoria bisogna pagare entro trenta giorni dalla ricezione dell’avviso bonario. Vi è però da dire che, sovente, dopo l’avviso bonario si instaura un contraddittorio tra le parti, per cui i trenta giorni dovrebbero decorrere, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU