X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 25 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Società di comodo al test del credito IVA

Compensazione in F24 o rimborso preclusi se si riveste tale status per il 2013, anche se ci si adegua al reddito minimo

/ Gianluca ODETTO

Venerdì, 7 febbraio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’Agenzia delle Entrate ha confermato, nel corso di Telefisco 2014, le limitazioni all’utilizzo del credito IVA per le società di comodo. Per le società che rivestono tale status, infatti, sono preclusi il rimborso, la compensazioneorizzontale” in F24 e la cessione a terzi del credito risultante dalla dichiarazione annuale, credito che permane quindi nella disponibilità della società per la compensazione interna nelle liquidazioni IVA mensili o trimestrali (anche se spesso, nella pratica, si registrano situazioni di accumulo periodo dopo periodo per la prevalenza delle operazioni passive rispetto a quelle attive).

L’Agenzia rileva, in coerenza con le norme che regolano la fattispecie, che queste penalizzazioni gravano sulle società che ricadono in almeno una delle ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU