Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 6 febbraio 2023 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Con il rating di legalità riduzione di costi e tempi per finanziamenti dalle banche

Con il DM 57/2014 sono fissate le modalità in base alle quali istituti di credito e P.A. dovranno tener conto dell’attribuzione dell’AGCM

/ Annalisa DE VIVO

Martedì, 15 aprile 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le imprese cui sia stato attribuito il c.d. rating di legalità potranno finalmente avvalersene ai fini dell’accesso al credito bancario, nonché in sede di concessione di finanziamenti da parte delle pubbliche amministrazioni. È stato, infatti, pubblicato nella G.U. n. 81 dello scorso 7 aprile il decreto del Ministro dell’Economia e delle finanze n. 57 del 20 febbraio 2014, che individua le modalità in base alle quali banche e pubbliche amministrazioni dovranno tenere conto di tale rating nell’erogazione dei finanziamenti.

Varrà ricordare che il rating di legalità è stato introdotto dall’art. 5-ter del DL 24 gennaio 2012 n. 1, nell’intento di favorire la diffusione dell’etica nei comportamenti aziendali. Per conseguire tale obiettivo, è stato attribuito all’Autorità ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU