ACCEDI
Giovedì, 25 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per gli interessi sui finanziamenti dei soci ritenuta al 26%

Per i proventi esigibili dal 1° luglio 2014 vale la nuova misura, anche se la maturazione è avvenuta in precedenza

/ Gianluca ODETTO

Giovedì, 10 luglio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

La recente riforma dei redditi di capitale e dei redditi diversi di natura finanziaria impone alcune valutazioni in merito alla tassazione di una fattispecie molto comune, anche nei contesti societari di piccole dimensioni, rappresentata dagli interessi dei finanziamenti dei soci.

Guardando l’operazione dal punto di vista del percipiente, va ricordato che si tratta (quanto meno per i soci residenti) di proventi che concorrono alla formazione dell’imponibile “ordinario”, anche se chiaramente con modalità diverse a seconda della natura giuridica del socio: se il socio finanziatore è una società commerciale (di persone o di capitali), l’interesse concorre alla formazione del reddito secondo il principio di competenza, mentre se il socio è una persona fisica non imprenditore ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU