Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 19 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Alle Sezioni Unite il diniego di rimborso dopo il termine per l’accertamento

L’interpretazione della Cassazione potrebbe cagionare effetti distorsivi, se l’Ufficio vedesse consolidato il rimborso dopo la decadenza

/ Alfio CISSELLO

Giovedì, 6 novembre 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 23529 di ieri, ha rimesso al Primo Presidente, affinché valuti l’opportunità di devoluzione alle Sezioni Unite, la questione circa la possibilità, per l’Agenzia delle Entrate, di opporre un motivato diniego alla domanda di rimborso inserita in dichiarazione anche oltre il termine di decadenza dal potere di accertamento.

Trattasi di un problema della massima importanza, come ben si può evincere dall’esempio che segue.
Ipotizziamo che un contribuente, a causa delle ritenute di acconto subite nel corso dell’anno, opti, in dichiarazione, per il rimborso delle imposte sui redditi, non volendo né riportare a nuovo il credito né compensarlo.

Secondo un recentissimo orientamento della Cassazione (si veda “Opzione per il rimborso ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU