ACCEDI
Mercoledì, 24 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Deducibili le perdite rilevate a seguito di transazione col debitore

Secondo Assonime, con essa vengono estinti tutti i flussi finanziari relativi al credito

/ Luca FORNERO

Giovedì, 19 febbraio 2015

x
STAMPA

download PDF download PDF

A partire dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2013, gli elementi certi e precisi, atti a fondare il diritto alla deducibilità della perdita su crediti in ipotesi diverse dalle procedure concorsuali, sussistono altresì in caso di cancellazione dei crediti dal bilancio operata in applicazione dei principi contabili. È questo l’effetto dell’art. 1 comma 160 lett. b) della L. 147/2013 (legge di stabilità 2014), che ha modificato l’art. 101 comma 5 del TUIR.
In precedenza, la deducibilità automatica della perdita conseguente alla cancellazione dei crediti dal bilancio operata in dipendenza di eventi estintivi (c.d. “derecognition”) era consentita soltanto ai soggetti che redigono il bilancio in base ai principi contabili internazionali.

Con specifico riferimento ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU