X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Accertamento nullo se firmato da un delegato con ordine di servizio

Per la Provinciale di Frosinone, è necessaria una specifica delega in forma scritta

/ Alessandro BORGOGLIO

Lunedì, 2 marzo 2015

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la sentenza n. 12/2015, la C.T. Prov. di Frosinone ha stabilito che l’avviso di accertamento è nullo se è stato sottoscritto da un soggetto delegato dal capo dell’Ufficio – titolare del potere di firma – mediante un ordine di servizio interno, anziché con un’apposita delega individuale.

Si ricorda che, ai sensi dell’art. 42, comma 1 del DPR 600/1973, gli accertamenti in rettifica e gli accertamenti d’ufficio sono portati a conoscenza dei contribuenti mediante la notificazione di avvisi sottoscritti dal capo dell’ufficio o da altro impiegato della carriera direttiva da lui delegato. Il successivo comma 3 prevede, poi, la nullità dell’accertamento se l’avviso non reca la sottoscrizione, le indicazioni e la motivazione. Analoghe disposizioni, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU