X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 31 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

CONTABILITÀ

Dai bilanci 2016 rinnovata l’informativa nella Nota integrativa abbreviata

Di particolare importanza la descrizione dei fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio

/ Fabrizio BAVA e Alain DEVALLE

Lunedì, 20 marzo 2017

x
STAMPA

download PDF download PDF

La qualità dell’informativa della Nota integrativa abbreviata in passato è stata spesso criticata, poiché tra le semplificazioni consentite dall’art. 2435-bis c.c. vi era la possibilità di omettere numerosi punti dell’art. 2427 c.c., tra i quali alcuni ritenuti importanti al fine di consentire ai destinatari del bilancio di valutare lo stato di salute dell’impresa e più in generale le performance economiche, finanziarie e patrimoniali.

L’informazione mancante più “eclatante” era rappresentata dal compenso agli amministratori, in un contesto dimensionale in cui quasi sempre l’amministratore coincide anche con il proprietario dell’impresa. In molti casi, l’utile netto non rappresenta l’effettiva remunerazione del capitale di rischio

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU