X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 25 giugno 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Prescrizione quinquennale per i tributi locali soggetta a critiche

/ Alice BOANO

Giovedì, 22 febbraio 2018

In assenza di disposizioni tributarie in tal senso, la giurisprudenza consolidata ritiene, da tempo, che il diritto alla riscossione dei tributi locali si prescrive in cinque anni.
Per tale tipologia di tributi si ritiene, infatti, applicabile l’art. 2948 n. 4 c.c., a mente del quale opera il termine breve “per tutto ciò che deve pagarsi ad anno o in termini più brevi”.

La ragione risiede nel fatto che si ritiene sussistente un rapporto sinallagmatico caratterizzato da una causa debendi continuativa in forza del quale non occorrerebbe, di anno in anno, una valutazione circa la sussistenza dei presupposti. 
Sul punto, infatti, la Corte di Cassazione ha affermato che le somme richieste, sebbene siano dovute autoritativamente, costituiscono il corrispettivo di un servizio reso

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU