X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 6 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Comunicazione all’ENEA per il recupero edilizio ancora nell’incertezza

La guida dell’Agenzia delle Entrate aggiornata alla legge di bilancio 2018 non fornisce grossi chiarimenti sul nuovo adempimento

/ Luca BILANCINI e Arianna ZENI

Sabato, 17 marzo 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’Agenzia delle Entrate ha come di consueto aggiornato la guida “Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali” alla luce delle novità contenute nella L. 205/2017 (legge di bilancio 2018), pubblicata ieri.
Oltre a ricordare che la detrazione IRPEF di cui all’art. 16-bis del TUIR spetta nella misura del 50% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2018 per gli interventi volti al recupero edilizio, il documento evidenzia che dal 2018 sono beneficiari dell’agevolazione anche gli Istituti autonomi per le case popolari, comunque denominati, e i soggetti che hanno finalità analoghe, tra cui le cooperative di abitazione a proprietà indivisa. In questo caso gli interventi di recupero devono essere realizzati su immobili di loro proprietà, o gestiti per conto dei

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU