X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 14 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Al via la formazione congiunta di RLS e RSPP per l’industria metalmeccanica

L’accordo per l’applicazione delle Linee guida rende operative le norme in materia di salute e sicurezza dettate dal CCNL 26 novembre 2016

/ Rosalba PELUSI

Martedì, 16 ottobre 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il settore dell’industria metalmeccanica in Italia è fra i più esposti ai rischi di infortuni e malattie professionali; dalla banca dati INAIL delle professioni risulta che nel 2016 si sono registrati 47.449 infortuni sul lavoro per il settore classificato come “conduttori di impianti, operai di macchinari fissi e mobili e conducenti di veicoli”, di cui 128 mortali, mentre nei primi undici mesi del 2017, in conseguenza della leggera ripresa delle attività economiche, gli infortuni sul lavoro nel settore sono aumentati del 3,7% rispetto allo stesso periodo del 2016. In leggero calo gli eventi mortali, ridottisi a 113 nel 2017.

Con la sottoscrizione del CCNL 26 novembre 2016 per le imprese metalmeccaniche e di installazione di impianti, le parti stipulanti hanno introdotto numerosi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU