X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 16 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Punibile anche il tentativo di riciclare

/ Maurizio MEOLI

Sabato, 5 gennaio 2019

Il reato di riciclaggio è stato introdotto nel nostro ordinamento dal DL 59/1978 convertito, che ha inserito nel codice penale l’art. 648-bis con la rubrica “Sostituzione di denaro o di valori provenienti da rapina aggravata, estorsione aggravata o sequestro di persona a scopo di estorsione”. Si configurava una tipica figura di reato a consumazione anticipata con il quale venivano puniti gli “atti diretti a sostituire” denaro proveniente da quegli unici tre delitti individuati dal legislatore, non essendo necessario, ai fini della consumazione del reato, l’avvenuta effettiva sostituzione del denaro. Ne conseguiva l’impossibilità di configurare il mero tentativo ex art. 56 c.p.

Successivamente, la fattispecie è stata più volte rivista. Dapprima è stata ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU