X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 24 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Test di vitalità disapplicabile per la società veicolo nel MLBO

Per le società di recente costituzione la norma antielusiva perde di significato

/ Enrico ZANETTI

Giovedì, 27 dicembre 2018

Nel caso di fusione inversa, inserita in un contesto di fusione a seguito di acquisizione con indebitamento di cui all’art. 2501-bis del codice civile, la norma antielusiva specifica di cui all’art. 172 comma 7 del TUIR, che vieta e in subordine limita il riporto post fusione delle perdite fiscali, delle eccedenze indeducibili di interessi passivi e delle eccedenze ACE maturate ante fusione è sempre disapplicabile con riferimento alla “controllante – incorporata” (c.d. “società veicolo”) di recente costituzione, “atteso il suo ruolo del tutto strumentale alla realizzazione dell’operazione di MLBO (Merger Levereged Buy Out)”.

Questa la principale statuizione di principio che sembra potersi ricavare da quanto affermato dall’Agenzia delle ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU