ACCEDI
Giovedì, 25 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Fatture ricevute a inizio 2019 con pro rata del 2018

Non è agevole comprendere se si applica il pro rata provvisorio 2018 oppure quello definitivo

/ Mirco GAZZERA e Emanuele GRECO

Lunedì, 25 febbraio 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

I soggetti passivi che esercitano contestualmente attività esenti e attività imponibili determinano l’IVA detraibile secondo il criterio del pro rata (art. 19 comma 5 del DPR 633/72). Tale metodo di calcolo della detrazione richiede particolare attenzione laddove il soggetto passivo riceva nel 2019 una fattura di acquisto riferita a un’operazione effettuata nel 2018.
Come dispone l’art. 19 comma 1 del DPR 633/72, per l’esercizio del diritto alla detrazione dell’IVA, “si applicano le condizioni esistenti al momento della nascita del diritto medesimo” (Cass. 6 aprile 2016 n. 6657).

A tal fine, dovrà farsi riferimento al periodo nel quale il predetto diritto è sorto, vale a dire quando l’imposta è divenuta esigibile (cfr. Corte di Giustizia Ue 28 luglio ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU