X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 23 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Senza indennizzo l’infortunio che deriva da rischio elettivo

Negli altri casi, l’infortunio sul lavoro è regolarmente indennizzato dall’INAIL, anche se il lavoratore ha tenuto un comportamento gravemente colposo

/ Fabrizio VAZIO

Mercoledì, 1 maggio 2019

L’infortunio sul lavoro è l’evento occorso al lavoratore assicurato, in occasione di lavoro, per causa violenta. Proprio l’elemento dell’“occasione di lavoro” è fondamentale e non sempre conosciuto: non tutto ciò che succede durante l’orario di lavoro costituisce infortunio. Infatti quando il nesso con l’attività lavorativa viene meno, anche se si è teoricamente in orario di lavoro, non si viene indennizzati: è il caso del rischio elettivo che spezza appunto il legame con l’attività lavorativa.

Quali sono le caratteristiche del rischio elettivo? In generale, può dirsi che esso ricorre quando il soggetto tenga un comportamento estraneo e non attinente all’attività lavorativa e dovuto ad una scelta arbitraria, nel senso che sia la conseguenza

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU