X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 aprile 2020 - Aggiornato alle 12.50

IL CASO DEL GIORNO

Regime degli impatriati «ordinario» per gli sportivi dilettanti

/ Pamela ALBERTI

Giovedì, 22 agosto 2019

Con riferimento al regime degli impatriati, i commi 5-quater e 5-quinquies dell’art. 16 del DLgs. 147/2015, introdotti in sede di conversione in legge del DL 34/2019, prevedono una limitazione a tale regime di favore per i rapporti tra società e sportivi professionisti disciplinati dalla L. 23 marzo 1981 n. 91. Nello specifico, viene previsto che i redditi degli sportivi professionisti impatriati concorrono alla formazione del reddito complessivo limitatamente al 50% del loro ammontare. Tali soggetti devono, inoltre, versare un contributo pari allo 0,50% dell’imponibile per fruire all’agevolazione (si veda “Per gli sportivi professionisti regime degli impatriati meno conveniente” del 25 giugno).

Fermo restando che al momento non sono ancora stati rilasciati chiarimenti

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU