X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 15 ottobre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Un anno per la nota di credito in presenza di accordo transattivo

La conciliazione che estingue il giudizio comporta l’applicazione del termine annuale

/ Luca BILANCINI

Sabato, 21 settembre 2019

La riduzione dell’ammontare imponibile di un’operazione conseguente ad un accordo transattivo, seppur nell’ambito di un giudizio di merito instaurato fra le parti, rientra nella fattispecie di cui all’art. 26 comma 3 del DPR 633/72; il cedente o prestatore non potrà pertanto portare in detrazione l’imposta corrispondente alla variazione, decorso un anno dall’effettuazione dell’operazione. L’Agenzia delle Entrate, con risposta a interpello di ieri, 20 settembre 2019, n. 387 ha confermato un principio già espresso in altri precedenti documenti di prassi (si veda ad esempio la recente risposta interpello n. 178/2019).

La questione sottoposta all’esame dell’Amministrazione finanziaria concerneva una società di leasing (Alfa) che acquistava ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU