X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 novembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

La ripresa dei versamenti sospesi per il sisma slitta al 15 gennaio 2020

Oltre alla proroga, il DL n. 111/2019 riduce, da cinque a una rata, l’importo da versare alla prima scadenza per ottenere la rateizzazione

/ Daniele SILVESTRO

Mercoledì, 16 ottobre 2019

Con il DL 111/2019 (c.d. “decreto clima”), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 241/2019, è prevista la proroga dal 15 ottobre 2019 al 15 gennaio 2020 del termine per la ripresa dei versamenti dei tributi (art. 8 comma 1 lett. a), nonché dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria (art. 8 comma 1 lett. b), disposta in favore dei territori colpiti dagli eventi sismici verificatisi nelle Regioni di Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo nei giorni 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017.

Per quanto attiene nello specifico ai contributi previdenziali e assistenziali, compresi i premi INAIL, si ricorda che la sospensione in esame riguarda il periodo decorrente dalla data del verificarsi dell’evento fino al 30 settembre ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU