X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 novembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Prodotto nella stessa voce doganale di un altro solo se ne è parte o accessorio

Deve trattarsi di un insieme per il cui funzionamento le parti sono indispensabili o di organi di attrezzatura intercambiabili

/ Lorenzo UGOLINI

Mercoledì, 16 ottobre 2019

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 25966 depositata ieri, definisce le nozioni di “parti” e “accessori” ai fini della classificazione doganale delle merci.

La vicenda trae origine dall’impugnazione di un’informazione tariffaria vincolante (ITV) emessa dall’Amministrazione doganale, che non aveva accolto la domanda di un operatore economico secondo il quale il dispositivo in questione doveva essere qualificato come parte o accessorio di un impianto e, pertanto, assumere la medesima voce doganale di quest’ultimo.
A parere dell’Ufficio, poiché il funzionamento del bene principale non dipendeva né era condizionato dalla presenza del prodotto in oggetto, dovevano essere attribuiti due codici tariffari differenti.

L’Unione europea, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU