X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 15 luglio 2020 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Perimetro di operatività dell’adeguata verifica rafforzata ampliato

Dal 10 novembre è necessaria per tutti i rapporti continuativi, le prestazioni professionali e le operazioni che coinvolgono Paesi terzi ad alto rischio

/ Annalisa DE VIVO

Lunedì, 2 dicembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il DLgs. 125/2019, in vigore dal 10 novembre 2019, incide in modo significativo sull’adeguata verifica rafforzata e sui relativi adempimenti da parte dei professionisti obbligati, modificando gli artt. 24 e 25 del DLgs. 231/2007.

In primo luogo, recependo le indicazioni della Quinta direttiva antiriciclaggio, il legislatore amplia l’elenco dei fattori di alto rischio relativi a prodotti, servizi, operazioni o canali di distribuzione individuati dalla lettera b) del secondo comma dell’art. 24, aggiungendo il punto 5-bis, avente a oggetto le operazioni relative a petrolio, armi, metalli preziosi, prodotti del tabacco, manufatti culturali e altri beni mobili di importanza archeologica, storica, culturale e religiosa o di raro valore scientifico, nonché avorio e specie protette.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU