X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 4 aprile 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Anticipata la detassazione dei canoni non riscossi

La misura è operativa per i contratti stipulati dal 1° gennaio 2020

/ Mauro CASSONI

Sabato, 22 febbraio 2020

Con l’art. 3-quinquies del DL 34/2019, il legislatore ha modificato l’art. 26 del TUIR, consentendo di anticipare la non imponibilità dei canoni non percepiti in caso di sfratto o ingiunzione di pagamento, con riferimento ai contratti di locazione di immobili ad uso abitativo, stipulati a partire dal 1° gennaio 2020.

L’art. 26, nella sua versione precedente, applicabile ai contratti stipulati sino al 31 dicembre 2019, prevedeva invece che i redditi non percepiti, non concorrevano a formare il reddito dal momento della conclusione del procedimento giurisdizionale di convalida di sfratto per morosità del conduttore. Specificava inoltre che, per le imposte versate sui canoni venuti a scadenza e non percepiti come da accertamento avvenuto nell’ambito del procedimento giurisdizionale

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU