X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 28 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Domande di professionisti e aziende per rateizzare i contributi sospesi per il sisma entro il 15 gennaio

/ REDAZIONE

Giovedì, 9 gennaio 2020

L’INPS, con una notizia pubblicata ieri sul proprio sito, ha annunciato che aziende, lavoratori autonomi o agricoli e iscritti alla Gestione Separata (committenti e liberi professionisti) delle aree colpite dal sisma nel 2016 e 2017, tenuti a versare i contributi sospesi, possono inviare la domanda di rateizzazione del pagamento fino alla mezzanotte del 15 gennaio 2020. La possibilità si è aperta alle 9 di ieri. 

La domanda deve essere trasmessa telematicamente attraverso il servizio dedicato.

L’Istituto specifica che anche chi ha già inviato la domanda di rateizzazione in precedenza è tenuto a inviarla nuovamente nei termini indicati, date le nuove disposizioni normative (art. 8, comma 2 del DL 123/2019, conv. L. 156/2019) che hanno confermato il termine del 15 gennaio 2020, dal quale far decorrere la ripresa degli adempimenti e dei versamenti contributivi sospesi, in unica soluzione o mediante rateizzazione fino ad un massimo di 120 rate mensili, con versamento della prima rata entro il 15 gennaio 2020.

TORNA SU