X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 19 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

LETTERE

Su una possibile proroga dei versamenti del 20 agosto c’è un silenzio assordante

Giovedì, 6 agosto 2020

x
STAMPA

Gentile Redazione,
c’è un silenzio assordante sulla possibilità di fare slittare il versamento del 20 agosto a una data successiva che consenta agli studi di effettuare i conteggi con la necessaria diligenza.

La mancanza di rispetto per la nostra categoria, per il nostro lavoro e per il lavoro delle cosiddette partite IVA è sconcertante. A mio modesto parere, al di là delle difficoltà economiche generali sulle quali è inutile aggiungere commenti, un dato fattuale che secondo me dovrebbe essere posto è che manca il tempo materiale per fare le cose entro i termini stabiliti.

Sono anni che vige la scadenza del 20 agosto, quest’anno sembra invece che sia una gentile concessione a una categoria privilegiata che si lamenta a sproposito.


Angelo Quinterno
Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Asti

TORNA SU