X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 gennaio 2021 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

Banche centrali paladine della stabilità

L’obiettivo è ormai entrato nel loro mandato, insieme a quello statutario del controllo dell’inflazione, come per la Bce, o di altre variabili, come per la Fed

/ Stefano PIGNATELLI

Martedì, 30 giugno 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le banche centrali continuano ad avere un ruolo fondamentale sull’umore dei mercati e sulla loro stabilizzazione: anzi, si può tranquillamente affermare che ormai il loro mandato contempli tra gli obiettivi quello di mantenere la stabilità oltre a quello statutario del controllo dell’inflazione (Bce) o di altre variabili (Fed).

Ultima prova di ciò la reazione positiva dei mercati la scorsa settimana alle indiscrezioni sull’arrivo da parte della Fed di un allentamento delle restrizioni alle attività bancarie più speculative; sulla smentita si è poi assistito ad un brusco calo, specie del comparto bancario.

Nelle settimane precedenti la Fed era intervenuta con l’annuncio di acquisti di prestiti emessi dalle aziende: ciò ha favorito la performance dell’obbligazionario ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU