X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 21 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Oro da investimento esente IVA a prescindere dalla forma del metallo

/ Dario BONSANTO e Emanuele GRECO

Sabato, 21 novembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Per effetto di quanto disposto dall’art. 10 comma 1 n. 11 del DPR 633/72 (il quale implementa a livello interno quanto disciplinato dall’art. 346 della direttiva 2006/112/Ce), alle cessioni di oro da investimento (compreso quello rappresentato da certificati in oro o scambiato su conti metallo) viene di norma applicato un naturale regime di esenzione IVA, fatta salva la possibilità di opzione per l’imponibilità in relazione alle cessioni poste in essere dai soli soggetti che producono o commerciano oro da investimento o che trasformano oro in oro da investimento.

La medesima disposizione – riprendendo quanto previsto dall’art. 344 della direttiva 2006/112/Ce – specifica, inoltre, che nell’ambito dell’oro da investimento rientrano:
- l’oro in forma di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU