X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 20 giugno 2021

IL PUNTO / FISCALITÀ INTERNAZIONALE

Regime degli impatriati «a geometria variabile»

Misura della detassazione e durata dei benefici divergono a seconda della data del trasferimento della persona in Italia

/ Giorgio INFRANCA e Pietro SEMERARO

Mercoledì, 13 gennaio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La circolare n. 33/2020 in tema di lavoratori impatriati, con cui l’Agenzia delle Entrate ha fornito la propria interpretazione dell’art. 16 del DLgs. 147/2015 nella sua versione applicabile dopo le modifiche apportate dal DL 34/2019, fornisce l’occasione per mettere ordine in una disciplina sempre più stratificata. Il DL 34/2019 (decreto “crescita”), infatti, è intervenuto sull’art. 16 citato, già in vigore dall’anno 2016, rafforzando l’agevolazione e semplificandone i requisiti d’accesso.

In particolare, il decreto ha stabilito che, per i trasferimenti effettuati dal 30 aprile 2019, il beneficio è concesso ai lavoratori che si trasferiscono in Italia e che:
- non siano stati residenti in Italia nei 2 anni precedenti;
- si impegnino a risiedere ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU