X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 10 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Il Parlamento europeo promuove salario minimo e contrattazione collettiva

Necessario migliorare il sistema di istruzione e formazione professionale al fine di ridurre la disoccupazione giovanile

/ Mario PAGANO

Sabato, 6 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Aumento della disuguaglianza e della povertà, del lavoro atipico e del precariato, riduzione del ruolo della contrattazione collettiva, conseguenze economiche e sociali della pandemia da COVID-19. Queste le principali problematiche all’attenzione dal Parlamento europeo che, con risoluzione del 10 febbraio 2021, ha delineato alcune specifiche misure sulle quali si devono concentrare gli sforzi della Commissione e degli Stati membri, finalizzate alla riduzione delle disuguaglianze con particolare attenzione alla povertà lavorativa.

Il quadro che emerge offre interessanti spunti di riflessione a partire dalla considerazione secondo la quale il lavoro ha lentamente perso il ruolo essenziale di strumento di contrasto alla povertà. Ciò alla luce dei settori a bassa retribuzione e delle condizioni

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU