X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 1 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Nota di presa in carico omessa senza nullità

/ Alfio CISSELLO

Giovedì, 25 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nel sistema degli accertamenti esecutivi, il soggetto deputato alla riscossione, nel momento in cui riceve la somme da riscuotere dall’ente impositore (Agenzia delle Entrate o ente locale), ne deve dare notizia al contribuente mediante apposita informativa.

Ciò è previsto dall’art. 29 comma 1 lettera b) del DL 78/2010 per imposte sui redditi, IVA e IRAP nonché dall’art. 1 comma 792 lett. c) della L. 160/2019 per la fiscalità locale.
Con l’eccezione del caso in cui non sia stato notificato l’accertamento esecutivo, tale nota di presa in carico non può ritenersi impugnabile: se si ragionasse diversamente, si eluderebbe la ratio legis che ha spinto all’introduzione del modello degli accertamenti esecutivi, la cui principale caratteristica è il venir meno di un

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU