Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 18 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Non rileva per il superbonus l’effettiva presenza dell’ultrasessantacinquenne

Gli interventi di rimozione delle barriere architettoniche devono presentare le caratteristiche previste dalla specifica normativa di settore

/ REDAZIONE

Martedì, 6 luglio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nel rispetto dei requisiti della normativa tecnica di settore, gli interventi di rimozione delle barriere architettoniche previsti dall’art. 16-bis comma 1 lett. e) del TUIR, potranno accedere al superbonus del 110% di cui all’art. 119 del DL 34/2020, prescindendo dalla presenza o meno – nell’edificio oggetto dei lavori – di persone ultrasessantacinquenni.
È questo il chiarimento fornito dall’Amministrazione finanziaria con la risposta a interpello n. 455, pubblicata ieri, 5 luglio 2021.

Per effetto di quanto previsto dall’art. 119 commi 2 e 4 del DL 34/2020, tra gli interventi c.d. “trainati” che possono beneficiare del superbonus rientrerebbero, altresì, quelli di rimozione delle barriere architettoniche previsti dall’art. 16 comma 1 lett. e) ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU