Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 19 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Versamenti differiti al 15 settembre per i contribuenti ISA e forfetari

La proroga, inserita nel decreto Sostegni-bis, riguarda tutti i pagamenti in scadenza tra il 30 giugno e il 31 agosto

/ Savino GALLO

Sabato, 10 luglio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Dopo una prima proroga al 20 luglio, adottata tramite il DPCM del 28 giugno scorso, e il balletto di date circolate in questi giorni, sul versamento delle imposte per i soggetti ISA e forfetari sembra si sia finalmente riusciti a trovare una quadra. La riformulazione di un emendamento al Ddl. di conversione, che introduce l’art. 9-bis nel DL 73/2021 (decreto “Sostegni-bis”), presentato dall’onorevole Gusmeroli e approvato ieri in Commissione Bilancio della Camera, fissa al 15 settembre 2021, senza alcuna maggiorazione, il termine per il pagamento del saldo 2020 e del primo acconto 2021 di IRPEF, IRAP, IRES e imposte sostitutive.
Il testo del Ddl., che ha ottenuto il via libera in Commissione, è atteso in Aula lunedì.

Rispetto al primo provvedimento, che spostava il termine ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU