Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 30 giugno 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Il beneficio di inventario si eccepisce nel ricorso contro il ruolo

Salvo il caso dell’accertamento esecutivo, non si può eccepire il beneficio nel ricorso contro l’accertamento

/ Alfio CISSELLO

Giovedì, 19 agosto 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’accettazione dell’eredità può avvenire con beneficio di inventario, ai sensi degli artt. 484 e ss. del codice civile.
In tal caso non si ha la confusione dei patrimoni del defunto e dell’accettante, poiché l’erede con beneficio di inventario conserva verso l’eredità tutti i diritti e tutti gli obblighi che aveva verso il defunto, tranne quelli che si sono estinti per effetto della morte e, in special modo, non è tenuto al pagamento dei debiti ereditari e dei legati oltre il valore dei beni a lui pervenuti.
Si evita in questo modo che un’eredità passiva intacchi il suo patrimonio.

Quanto esposto, sebbene con alcune particolarità, opera altresì in ambito fiscale.
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 22571 dello scorso 10 agosto, dopo aver richiamato i principi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU