Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 25 settembre 2022

FISCO

Senza IVA le operazioni verso forze armate Ue

La disciplina è analoga a quella per le forniture effettuate nell’ambito della NATO

/ Corinna COSENTINO e Emanuele GRECO

Martedì, 21 giugno 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Dal 1° luglio 2022, alcune forniture nei confronti delle forze armate degli altri Stati membri Ue che svolgono attività nell’ambito della politica di sicurezza e di difesa comune (PSDC) beneficeranno del regime di non imponibilità IVA e dell’esenzione da accise.

Lo prevede il DLgs. 72/2022 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 142 di ieri, adottato al fine di recepire le disposizioni della direttiva 2019/2235/Ue.

Le nuove norme hanno lo scopo di potenziare la sicurezza e la difesa dell’Unione allineando il trattamento ai fini dell’IVA e delle accise previsto per gli sforzi di difesa comune nell’ambito dell’Ue al trattamento già previsto per le operazioni effettuate nell’ambito della NATO.

Sotto il profilo IVA, per quanto concerne le operazioni di vendita, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU