Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 5 dicembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Flessibilità del congedo di maternità con documentazione solo al datore di lavoro

Non sarà necessario trasmettere all’INPS la documentazione sanitaria che attesti l’assenza di pregiudizio per la salute della gestante e del nascituro

/ Elisa TOMBARI

Venerdì, 30 settembre 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la circolare n. 106 pubblicata ieri, l’INPS ha fornito nuove indicazioni con riguardo alla fruizione della flessibilità del congedo di maternità e per l’esercizio della facoltà di astenersi dal lavoro esclusivamente dopo il parto, di cui agli artt. 20 e 16 comma 1.1. del DLgs. 151/2001, chiarendo che viene meno l’obbligo di produrre all’Istituto medesimo la documentazione sanitaria che attesti l’assenza di pregiudizio per la salute della gestante e del nascituro per continuare l’attività lavorativa nel corso dell’ottavo e del nono mese di gravidanza. Resta invece fermo l’obbligo di produrre tale documentazione sanitaria ai datori di lavoro e ai committenti.

Nel dettaglio, il citato art. 20, che disciplina la flessibilità del congedo in esame, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU