ACCEDI
Giovedì, 25 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Definizione al 5% se la cassazione con rinvio è successiva al 16 settembre 2022

Se fosse antecedente si dovrebbe appurare chi ha vinto in Cassazione

/ Rebecca AMATO

Martedì, 15 novembre 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

La recente L. 130/2022 ha introdotto con l’art. 5 la possibilità di definizione agevolata delle liti tributarie pendenti esclusivamente in Cassazione al fine di deflazionarne il contenzioso; tuttavia, non mancano le perplessità sulle fattispecie particolari.

Si pensi all’ipotesi di un giudizio pendente in Cassazione al 16 settembre 2022, a seguito di impugnazione a opera dell’Agenzia delle Entrate – interamente soccombente in primo e secondo grado senza che si siano formati giudicati interni – con ricorso notificato nel 2020, valore della lite pari a 90.000 euro, a seguito del quale la Corte “oggi” decida di accoglierlo cassando la sentenza con rinvio al giudice del merito.
Viene da chiedersi, in primis, se in tale ipotesi è definibile la lite e, in caso di risposta

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU