ACCEDI
Lunedì, 24 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Fuori campo IVA i trasferimenti di beni per fusioni e scissioni tra soggetti esteri

/ Mirco GAZZERA

Martedì, 8 agosto 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

La normativa IVA prevede l’irrilevanza ai fini dell’imposta dei trasferimenti di beni operati in funzione di un’operazione straordinaria. Lo stesso trattamento si applica anche ai passaggi di beni situati in Italia derivanti da fusioni e scissioni tra soggetti passivi esteri, come confermato dall’Agenzia delle Entrate all’inizio di quest’anno.

L’art. 19 della direttiva 2006/112/Ce stabilisce che “In caso di trasferimento a titolo oneroso o gratuito o sotto forma di conferimento a una società di una universalità totale o parziale di beni, gli Stati membri possono considerare che non è avvenuta alcuna cessione di beni e che il beneficiario succede al cedente”.
In merito all’analoga disposizione che era prevista dalla sesta direttiva, la ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU