ACCEDI
Martedì, 25 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Con compensazione impropria nel concordato, la banca può trattenere le somme

Esclusa la cristallizzazione dei crediti con clausola per «incamerare» in favore della banca

/ Antonio NICOTRA e Marco PEZZETTA

Venerdì, 5 gennaio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Cassazione n. 28232/2023 è tornata sul tema delle anticipazioni su ricevute bancarie con successiva compensazione delle poste attive e passive nel concordato preventivo, stabilendo che il patto con cui è attribuito alla banca il diritto di incamerare le somme riscosse all’esito dell’esecuzione del mandato all’incasso e l’operatività della c.d. compensazione impropria legittimano la banca a trattenere le somme anche se riscosse dopo l’apertura del concordato del debitore (così anche la coeva Cass. n. 28231/2023, si veda “Diritto alla compensazione post concordato legittimo se pattuito” del 10 ottobre 2023).

Nel caso di specie, una società in concordato preventivo agiva nei confronti dell’istituto di credito per chiedere, nell’ambito del ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU