ACCEDI
Sabato, 20 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

Falso per il Rdc per punire in modo più severo rispetto a fattispecie analoghe

Reato diverso dall’indebita percezione di erogazioni pubbliche e dalla falsa autocertificazione

/ Maria Francesca ARTUSI

Giovedì, 22 febbraio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nell’ambito del reddito di cittadinanza era previsto un reato specifico volto a punire le omesse o false informazioni contenute nell’autodichiarazione. Tale reato è stato abrogato dalla L. 197/2022 con decorrenza dal 1° gennaio 2024, come il resto della disciplina; tuttavia restano valide le sentenze pronunciate anteriormente a tale data, per le quali sarà possibile – come osservato dalla Cassazione n. 49047/2023 – il successivo ricorso al giudice dell’esecuzione per ottenere la rimozione della condanna, a patto che la condotta interessata non possa essere invece incasellata in una diversa fattispecie penale.
Tra queste pronunce vi è la sentenza n. 7528 della Cassazione, la cui decisione è stata presa il 9 novembre 2023, ma le motivazioni sono state depositate solo ieri.

È ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU