X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 17 novembre 2019

FISCO

Niente regole sui frontalieri nell’impiego pubblico

Secondo l’Agenzia vale il principio di tassazione esclusiva nello Stato che eroga le remunerazioni

/ Luisa CORSO e Gianluca ODETTO

Sabato, 20 luglio 2019

La risposta a interpello dell’Agenzia delle Entrate n. 281 di ieri, 19 luglio 2019, individua il trattamento impositivo dei redditi percepiti, a fronte della prestazione di insegnante di musica in Italia, da parte di un residente in Austria che ha un figlio a carico e lavora alle dipendenze della Provincia Autonoma di Bolzano.

L’Agenzia osserva che l’art. 15, paragrafo 1 della Convenzione Italia-Austria, avente a oggetto le remunerazioni per il lavoro dipendente prestato nell’ambito di un rapporto di lavoro privato, esclude dal proprio ambito applicativo quelle “pagate da uno Stato contraente o da un suo ente locale” in corrispettivo di servizi resi a tali enti. Nello specifico, pur trattandosi di una persona fisica residente in Austria nei pressi della frontiera ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU