Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 30 giugno 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Ritenuta dell’11% sui dividendi percepiti dai fondi previdenziali dell’Ue

Nel caso esaminato dalla risposta n. 338/2022 il Fondo pensione persegue una finalità esclusivamente previdenziale di natura integrativa

/ REDAZIONE

Venerdì, 24 giugno 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

La risposta a interpello dell’Agenzia delle Entrate 23 giugno 2022 n. 338 è intervenuta sull’applicazione della ritenuta sui dividendi di fonte italiana che sono conseguiti da un soggetto estero che possiede le caratteristiche di uno schema previdenziale complementare.

Sui dividendi erogati dalle società di capitali ai propri soci non residenti deve essere applicata una ritenuta a titolo di imposta nella misura del 26% sull’intero dividendo, a condizione che la partecipazione da cui il dividendo deriva non sia relativa alla stabile organizzazione in Italia del soggetto non residente (art. 27 comma 3 del DPR 600/73).

Tale regola generale viene derogata:
- nell’ipotesi in cui i destinatari dei dividendi siano fondi pensione istituiti in uno Stato dell’Ue o See, per ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU