ACCEDI
Sabato, 20 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per l’emissione dell’autofattura denuncia occorre il pagamento del servizio

L’esecuzione della prestazione incide sul fatto generatore, non sull’esigibilità

/ Luca BILANCINI e Mirco GAZZERA

Giovedì, 13 giugno 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Perché possa essere contestata la mancata emissione della “autofattura denuncia” da parte del committente (art. 6 comma 8 del DLgs. 471/97), occorre dimostrare l’avvenuto pagamento della prestazione, non essendo sufficiente che il servizio sia stato eseguito. La Cassazione, con l’ordinanza n. 13268, depositata lo scorso 14 maggio 2024, ha sancito questo principio, confermando il proprio orientamento consolidato.

Il fatto di causa traeva origine dalla contestazione mossa nei confronti di una società che risultava debitrice di commissioni di delega per rapporti di coassicurazione nei confronti di un altro soggetto.
Secondo l’Amministrazione finanziaria, decorso il termine di quattro mesi dall’esecuzione della prestazione, il committente, non avendo ricevuto la

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU