ACCEDI
Sabato, 20 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Bastano i lavori superbonus trainanti sulle parti comuni per generare la plusvalenza

Con cessione nei 5 anni, sono irrilevanti soltanto le spese con superbonus 110% con opzione

/ Enrico ZANETTI e Arianna ZENI

Venerdì, 14 giugno 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Dalla cessione dell’unità immobiliare si genera plusvalenza anche se sono stati effettuati soltanto interventi “trainanti” con il superbonus ex art. 119 del DL 34/2020, sulle parti comuni dell’edificio. Lo chiarisce l’Agenzia delle Entrate nella circ. n. 13 di ieri, che si è occupata delle cessioni di immobili sui quali sono stati realizzati interventi per i quali si è fruito del superbonus che, al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa, arte o professione, generano in capo al cedente plusvalenze imponibili come redditi diversi ex art. 67 del TUIR.

Alle casistiche “storiche” previste dall’art. 67, infatti, si aggiungono, per le cessioni dal 1° gennaio 2024, le plusvalenze previste dalla nuova lett. b-bis) dell’art. 67 comma ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU