ACCEDI
Mercoledì, 24 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

CONTABILITÀ

Centralità della Nota integrativa per la modifica della proposta di destinazione dell’utile

È importante fornire in bilancio un’informativa chiara e completa, per consentire ai terzi di valutare la solidità patrimoniale in modo tempestivo

/ Raffaele MARCELLO e Nicola LUCIDO

Mercoledì, 10 luglio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La modifica della destinazione dell’utile di esercizio rappresenta un punto cruciale che non può essere trascurato e che richiede un’adeguata riflessione sulla corretta comunicazione e rappresentazione dei dati finanziari. È quindi fondamentale che i revisori e i professionisti contabili si adoperino per garantire che le informazioni siano trasmesse in modo chiaro, accurato e completo, per consentire una valutazione corretta e tempestiva della situazione patrimoniale e finanziaria dell’impresa.

L’OIC 12, § 106, chiarisce che la Nota integrativa fornisce una pluralità di informazioni al fine di migliorare la “rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale, finanziaria e del risultato economico” (funzione esplicativa) e offre informazioni ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU