X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 28 novembre 2021

IMPRESA

Per la società di fatto è necessaria la pluralità di soggetti

Non è quindi possibile tra una srl unipersonale e l’impresa individuale del socio unico

/ Maurizio MEOLI

Sabato, 10 aprile 2010

x
STAMPA

Non è sufficiente a dimostrare l’esistenza di una società di fatto tra un’impresa individuale ed una srl unipersonale della quale l’imprenditore individuale sia socio unico la sussistenza di interdipendenze sia finanziarie (fideiussioni e finanziamenti concessi dall’impresa individuale in favore della srl) che economiche (acquisti di merci effettuati quasi esclusivamente dall’impresa individuale). A tali fini, infatti, occorre provare anche l’esistenza della c.d. “affectio societatis”, ontologicamente non configurabile nel caso di specie.

A precisarlo è il Tribunale di Brindisi (con decreto del 23 marzo 2010) a fronte dell’istanza con la quale il socio unico di una srl già sottoposta a procedimento per la dichiarazione di fallimento, previo ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU