Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 19 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Nessuna sanzione se il progetto di bilancio non è approvato dall’assemblea

In tal caso, amministratori e sindaci non devono pagare per la mancata pubblicazione

/ Luciano DE ANGELIS

Martedì, 16 luglio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Anche le società che approvano il bilancio entro 180 giorni, entro luglio sono tenute a presentarlo presso il competente Registro delle imprese.
In alcuni casi, tuttavia, neppure particolarmente rari, tale deposito di fatto non avviene. La causa può essere una mera omissione degli amministratori, ma in alcuni casi, dietro il mancato deposito, si cela la non redazione del progetto o, ancor più di frequente, la sua mancata approvazione.

Nella prima ipotesi (la meno realistica), ciascun amministratore (e, se nominati, ciascun sindaco) sarebbe sottoposto alle sanzioni di cui all’art. 2630 c.c., cioè al pagamento da 45,78 a 458,67 euro, nel caso di differimenti non superiori ai trenta giorni rispetto ai termini statuiti, e da 137,33 a 1.376 euro nel caso di ritardi superiori. Avvalendosi dell’istituto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU