X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 25 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Denuncia dei sindaci al Tribunale «collegiale» e senza notifica alla società

Per il Tribunale di Milano, l’assemblea della società non deve nominare un curatore speciale per sostenere le ragioni degli amministratori denunciati

/ Maurizio MEOLI

Lunedì, 28 ottobre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il Tribunale di Milano, in un decreto del 14 maggio 2012, del quale solo recentemente si è venuti a conoscenza, ha fornito una serie di rilevanti precisazioni in materia di denunzia al Tribunale, ex art. 2409 c.c., da parte del Collegio sindacale.

L’iniziativa di procedere ad una denunzia di gravi irregolarità, innanzitutto, deve essere assunta dal Collegio sindacale tramite una decisione collegiale, che, tuttavia, non è necessario si esprima in forme tipiche (“la delibera”). Il sindaco che, dissociandosi dall’iniziativa degli altri componenti dell’organo di controllo, si dimetta dall’incarico, non ha interesse a partecipare al procedimento in proprio. Deve, invece, ammettersi la costituzione del sindaco di nuova nomina che abbia fatto propria l’iniziativa ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU