ACCEDI
Giovedì, 13 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Sulla natura immobiliare del fotovoltaico l’Agenzia lontana dalle regole UE

Per gli impianti non sembra aver valorizzato il Regolamento Ue 1042/2013

/ Massimo DE NARDI

Giovedì, 3 aprile 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

In base alla circ. dell’Agenzia delle Entrate n. 36/2013 (si veda “La qualificazione fiscale degli impianti fotovoltaici segue il Catasto” del 19 dicembre 2013), dopo una lunga querelle interpretativa tra quanto sostenuto dalla stessa e quanto diversamente affermato dall’Agenzia del Territorio (successivamente fusasi con le Entrate), si è sostanzialmente preso atto, facendo salvi i comportamenti difformi in precedenza tenuti dai contribuenti, della natura immobiliare degli impianti fotovoltaici.

Eccezione è stata evidenziata limitatamente alle seguenti – autosufficienti – casistiche oggettive:
- la potenza nominale dell’impianto fotovoltaico non è superiore a 3 chilowatt per ogni unità immobiliare servita dall’impianto stesso;
- la potenza nominale complessiva ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU